29 Luglio… Auguri Presidente!

Franco SensiIl 29 luglio del 1926 nasce Franco Sensi, presidente della A.S. Roma per ben quindici anni, dall’8 novembre 1993 al 17 agosto 2008, quando ci ha lasciato.

E’ stato sicuramente uno dei Presidenti più amati (insieme a Dino Viola) dai tifosi della Roma, soprattutto perchè ha saputo incarnare la Romanità, la spontaneità, e la veracità di una città per molto (troppo) tempo lasciata ai margini dello sport che conta.

Le sue battaglie contro “il Palazzo” rimarranno nella storia…

A lui mi legano molti ricordi, ma su tutti voglio raccontare tre episodi…

Era un lunedì, il 16 dicembre del 1995, il giorno dopo la partita Roma Juventus (quella del guardalinee che toglie la palla dalle mani di Aldair con un “abile colpo di testa”)… faceva molto freddo… a Piazza del Popolo, mentre mi recavo al lavoro, vedo passare la macchina del Presidente. Gli rivolgo lo sguardo, uno sguardo di chi si sente tradito, preso in giro, defraudato… quasi a chiedergli: “Presidente, faccia qualcosa!”… Lui ricambia lo sguardo, con la fierezza e il piglio di un guerriero, stringe il pugno e con gli occhi mi grida “tenete duro, questa battaglia la vinceremo!”… aveva ragione…

Era il 10 Marzo del 2002: sul tabellone c’era scritto 1 a 5 e la partita ce la siamo vista insieme… stavo seduto proprio sotto al Presidente e lui, con la sua proverbiale ironia, mentre lo ringraziavo, mi diede uno “scafetto” dicendomi “te sei divertito, eh regazzì?”… te credo, l’avemo asfartati…

Era una bella (ma fresca) serata di fine agosto del 2006… mi trovavo con mia moglie ed il mio primo figlio, Francesco (appena nato), vicino Visso… eravamo in una trattoria storica, “il Navigante”, quando arrivò il Presidente… volli fargli tenere in braccio mio figlio…  era stanco e provato dalla malattia, ma volle coccolarlo… prima di stringerlo a se mi guardò e con un filo di voce mi disse: “io lo prendo, ma togli quella copertina!”… era azzurra… non ho più ripetuto lo stesso errore…

Non era ancora tempo di Selfie e non ho una immagine con il Presidente, ma quella che conta, quella della meravigliosa persona che è stato, rimarrà indelebile nella mia memoria ed in quella di tutti i tifosi della Roma!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>